Regione Lombardia

SUAP (Sportello Unico Attività produttive)

Ultima modifica 3 aprile 2019

Il Comune di Erba al fine di ottimizzare i servizi telematici offerti ai propri utenti nell’ottima di raggiungere l’obiettivo di uniformazione – perseguito dal legislatore a livello nazionale – nell’avvio dei procedimenti che interessano le imprese, ha sottoscritto la convenzione con la Camera di Commercio di Como e la società Infocamere per l’utilizzo della piattaforma nazionale “impresainungiorno.gov.it”

Dal 25 gennaio 2016 “impresainungiorno.gov.it” rappresenta già il canale ufficiale di invio al SUAP di Erba delle pratiche SCIA riguardanti attività commerciali, artigianali, di pubblico esercizio e dell’ autorizzazione unica ambientale.

Per consentire all’utenza una familiarizzazione con il nuovo strumento, nonché in previsione di potenziali criticità tecniche, è consentito, per un periodo provvisorio, di inviare le pratiche di cui sopra tramite PEC o portale MUTA.

Tuttavia dal giorno 1 marzo 2016 “impresainungiorno.gov.it” costituirà l’unico ed esclusivo canale telematico per la presentazione delle pratiche.

Tutto quanto perverrà in forma cartacea o avvalendosi di altri canali/strumenti sarà considerato irricevibile e inefficace, non verrà trattato dagli uffici del SUAP, né produrrà alcun effetto giuridico per l’impresa dichiarante.

Accedi al portale “impresainungiorno.gov.it

Per scaricare l'informativa indicante i diritti di istruttoria e le modalità di pagamento, clicca QUI

ELENCO DELLE ATTIVITA’:

  • Attività artigianali
  • Attività di intrattenimento
  • Attività di vendita
  • Alberghi e altre strutture ricettive
  • Fiere
  • Somministrazione
  • Altre attività

Per le predette attività è previsto unicamente il versamento dei diritti sanitari pari ad €. 36,00 da effettuare a favore di “ATS dell’Insubria Dipartimento di Prevenzione Medica U.O.S. Prevenzione Territoriale Brianza/Sudovest“ con versamento presso Banca Intesa San Paolo sede Varese P.zza San Vittore 5 codice IBAN: IT52 P030 6910 8101 0000 0046 112.

causale:

  • SIAN (per settore alimentare)
  • SISP (per settore non alimentare)

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (AUA)

Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.)

Cos’è l’AUA
L’Autorizzazione Unica Ambientale – istituita e disciplinata dal D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 (pubblicato sulla G.U. n. 124 del 29 maggio 2013) introduce un’unica autorizzazione che sostituisce fino a 7 diversi titoli abilitativi in campo ambientale richiesti dalle vigenti normative di settore, ossia:

  • l’autorizzazione agli scarichi;
  • la comunicazione per l’utilizzo delle acque reflue;
  • l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera (ordinarie e per le attività in deroga);
  • l’a comunicazione o nulla osta per la previsione di impatto acustico
  • l’autorizzazione all’uso di fanghi ottenuti da depurazione in agricoltura;
  • l’a comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti;
  • l’a comunicazioni in materia di recupero di rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi.

Chi è soggetto ad AUA
Le disposizioni in materia A.U.A. si applicano sia alle piccole e medie imprese, sia ad «impianti» non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale (AIA), per i quali, in assenza di una definizione puntuale all’interno del Regolamento, sarà necessario riferirsi alle disposizioni contenute nel D.lgs. 152/06, nonché nelle norme relative agli atti autorizzativi sostituiti dall’AUA che conservano la loro efficacia ai fini applicativi ed interpretativi del decreto in esame.

Chi non può o non è tenuto a richiederla
In base agli Indirizzi regionali, sono esclusi dall’ambito di applicazione dell’A.U.A.:

  • gli impianti soggetti ad AIA
  • i progetti sottoposti a V.I.A. (art. 26 del D.gls n. 152/2006)
  • le procedure ordinarie per i rifiuti (art. 208 del D.lgs n. 152/2006)
  • gli impianti FER (D.lgs. 387/2003);
  • le attività soggette alla direttiva «nitrati» (direttiva «nitrati» 2011/721/UE)
  • gli impianti asserviti ad attività di bonifica/MISE
  • gli impianti di depurazione acque reflue urbane, inclusi gli impianti tecnicamente connessi (ad es. sfioratori)

L’impresa può procedere TRAMITE UN INTERMEDIARIO DI FIDUCIA oppure AUTONOMAMENTE

Dopo la presentazione della domanda
Al momento della presentazione della domanda tramite IMPRESAINUNGIORNO.GOV.IT , l’utente riceve IMMEDIATAMENTE LA RICEVUTA, che CONTIENE già gli estremi di PROTOCOLLO, pertanto NON SI DOVRA’ ATTENDERE UNA SUCCESSIVA COMUNICAZIONE DA PARTE DEL SUAP.

Oneri istruttori unicamente per pratiche AUA

  • nuova autorizzazione € 100,00
  • rinnovo autorizzazione € 100,00
  • modifica sostanziale € 100,00
  • modifica non sostanziale € 0,00
  • voltura autorizzazione € 50,00

Per quanto riguarda le modalità di versamento degli oneri al SUAP si indicano i seguenti riferimenti alternativi:

  • versamento sul conto corrente postale n. 15361223 intestato a COMUNE DI ERBA - SERVIZIO TESORERIA
  • bonifico su conto banca Credito Valtellinese - filiale di Erba - codice IBAN IT45P0521651270000000003004

per il versamento relativo alle spese di istruttoria di competenta di provincia e ufficio d'ambito si rimanda al sito web della provincia di Como

Per la modulistica allegata, visitare la sezione MODULISTICA - SUAP

E’ importante sottolineare che al SUAP comunale spetta il ruolo di coordinatore, veicolatore e - nelle intenzioni del legislatore - “facilitatore” del flusso burocratico e documentale tra imprese ed enti.

Restano, pertanto, immutate in capo agli enti competenti e coinvolti in materia ambientale le competenze istituzionali e le relative conoscenze tecniche.

Sarà pertanto ad essi che le imprese continueranno a far riferimento per l’ottenimento di tutte le informazioni di merito riguardanti gli specifici aspetti di impatto ambientale correlati allo svolgimento delle attività, l’approntamento della documentazione necessaria, etc.

Referenti del servizio:
Santoro Nicola - tel 031 615404

Sede SUAP CITTA’ DI ERBA:
Comune di Erba, Piazza Prepositurale n. 1